grisaglia

L’eleganza intramontabile della grisaglia

Stoffa pettinata di lana (o cotone), tessuta a piccoli punti neri e bianchi in modo da risultare, nell’insieme, di tonalità grigia. Il nome di questa particolare stoffa viene definito grisaglia e deriva dall’adattamento dal nome francese “grisaille”. Il nome francese deriva a sua volta da gris “grigio”, che indica anche varie tecniche nella pittura, in particolare una decolorazione o una pittura fatta a monocromo. Negli Usa la stoffa in grisaglia prende il nome di “sharkskin” (pelle di squalo).

 

La realizzazione di un abito in grisaglia richiede una lavorazione accurata e doti sartoriali non comuni. Chi la indossa può trovare invece versatilità, comfort e durevolezza nel tempo. Le creazioni con grisaglia derivano direttamente dagli anni 60, da allora infatti il tessuto ha avuto sempre più successo e diffusione tra gli uomini, diventando l’abito formale per eccellenza. Nel corso dei decenni la grisaglia ha ridotto il proprio peso per essere sempre più funzionale alle nuove esigenze del vestire elegante. E permettere inoltre di essere portata durante (quasi) tutto l’anno.

 

Il tessuto è realizzato con l’alternanza dei due fili di tonalità affine. E’ valido per le quattro stagioni, essendo realizzato in lana o in cotone. Lo troviamo impiagato maggiormente con i toni del grigio e del blu. Per gli abbinamenti sono da preferire  i colori brillanti, così da creare un contrasto con la scala di grigio/blu della grisaglia. Possiamo suggerire l’uso di cravatte in seta bordeaux brillante oppure con camicia con righine pari bianche-azzurre.

 

E’ il tessuto grisaglia è perfetto per il mondo business e per l’abbigliamento di lusso. L’uomo che indossa la grisaglia si distingue per un’eleganza senza tempo. Un abito in grisaglia non può mancare nell’armadio dei veri intenditori. Ma non manca il suo utilizzo anche nella moda femminile. Durante la recente Milano Fashion Week 2018 molti stilisti hanno proposto nelle proprie collezioni abiti realizzati in grisaglia.

No Comments

Post a Comment