occhio-pernice

Occhio di pernice, il tessuto per le situazioni formali

Una lavorazione tutta particolare: nella trame si alternano due fili chiari e due fili scuri che incrociandosi generano una rete in cui spiccano tanti puntini tondeggianti. Ecco l’“Occhio di pernice”, un particolare tessuto che prende il nome da ciò che ricorda, ovvero l’occhio del piccolo uccello, la pernice appunto.

 

Occhio di Pernice è un tessuto in filato pettinato con una particolare armatura che produce dei fitti punti chiari disseminati con regolarità su fondo scuro.

 

Si tratta di una fantasia che normalmente viene usata nella mezza stagione e in inverno, proprio per il suo peso medio. Lo possiamo trovare in svariati colori (dalle scalature di grigio alle tonalità di blu, marroni), ma è da prediligere su sfondo nero, per situazioni professionali, in alternativa alla grisaglia (il tessuto pettinato, di lana leggera, usato abitualmente per completi maschili, ma interpretato anche in versione femminile).

 

La sua massima diffusione per sartoria maschile è nella seconda metà degli anni ’50. La nascita qualche anno prima quando è entrato nei guardaroba maschili con giacche e paltò, diventando un classico. Particolare è l’effetto di irregolarità cromatica che si ottiene con l’armatura a T alternando in trama e ordito due fili chiari con due scuri. Il peso varia tra 300 a 450 gr.

 

Si possono realizzare giacche da uomo con questo tessuto per esprimere riservatezza e rigore al tempo stesso. La specifica armatura crea un effetto melange da lontano, mentre un impatto ultra dettagliato da vicino. E’il tessuto ideale per comunicare affidabilità e ricercatezza, che si tratti di un colloquio di lavoro o di un meeting importante.

No Comments

Post a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.