panciottto gilet

Il panciotto (o gilet) torna protagonista del guardaroba maschile

Il panciotto (o gilet) fino a pochi anni fa era un capo poco usato dagli uomini, ma che contraddistingue una scelta di stile. Una volta si usava per nascondere le bretelle o riporre l’orologio a cipolla. Oggi torna protagonista del guardaroba maschile in diverse versioni: da quella classica a quella rivisitata e casual per i più giovani.

 

Il panciotto (o gilet) è sinonimo di eleganza, viene indossato nel tre pezzi e può essere doppiopetto (occasioni formali) o monopetto (abiti sportivi). Indossato regala slancio alla figura maschile. Oggi è stato reinterpretato come elemento estroso e caratterizzante (ammessi colori accesi, stoffe particolari e pattern stampati). Viene usato spesso senza giacca (coma fa Federico Buffa, per intenderci), con un pantalone sportivo o un jeans.

 

Le regole per scegliere e indossare il panciotto giusto

 

– Non va mai indossato aperto, tranne l’ultimo bottone (in caso di cerimonia tutti i bottoni vanno allacciati)

– Si porta con le bretelle, mai con la cintura

– Deve aderire perfettamente al corpo e coprire la vita di chi lo indossa, senza lasciare intravedere la camicia

– Tessuto in funzione della stagione: dal velluto al tweed, dalla seta al lino (la fodera interna di un altro tessuto e lavorazione)

– Con il tight il panciotto è color grigio perla o dalle sfumature pastello

– Con lo smoking il panciotto è rigorosamente nero, tono su tono

– Sul classico abito tre pezzi, il gilet avrà lo stesso tessuto di giacca e pantalone

– Sullo spezzato si può scegliere di abbinarlo al pantalone, oppure alla giacca

– Con il panciotto si usa sempre la cravatta oppure il papillon

 

Il panciotto (o gilet) è un capo classico della moda maschile e offre a chi lo indossa un look più moderno e casual. Alla Sent-In abbiamo una ricca selezione di tessuti e modelli per venire incontro alle vostre esigenze. Ovviamente tutto su misura.

No Comments

Post a Comment