Pied de poule

Pied de poule, una trama molto particolare

Chi saprebbe descrivere il pied de poule? Si tratta di un particolare tessuto che non tutti conoscono per nome, ma che certamente hanno visto in un capo di moda. E’ una trama con un effetto particolare di colore, ottenuto grazie all’intreccio di filati di due nuance contrastanti (come per esempio il bianco e il nero, il marrone e il bordeaux).

 

Il suo nome viene dal francese, significa “piede di gallina”. Il motivo si sviluppa su un modulo di 4 fili scuri e 4 fili chiari tramati con lo stesso criterio (4 trame scure, 4 chiare, intrecciati in saia 2.2, intreccio detto anche “batavia”). E forma quadretti scuri e chiari che si alternano a zone in cui i fili di una tonalità sono intrecciati con trame del colore opposto e formano quindi dei piccoli motivi diagonali.

 

Si tratta di un tessuto classico, adatto a tagli di sartoria per abbigliamento, sia maschile che femminile, per pantaloni, abiti, gonne e giacche.

 

Negli ultimi tempi stiamo assistendo ad una riscoperta di questo particolare tessuto, che sta avendo successo in un pubblico vasto e differenziato, interessando dai giovani agli uomini di una certa età. Senza dimenticare che viene utilizzato anche in capi femminili.

 

Questa trama solitamente la troviamo utilizzata con capi in lana, anche se non mancano versioni in cotone e in fibre artificiali. Se in passato il pied de poule era utilizzato per abiti sartoriali maschili, che davano stile all’uomo un fascino indiscusso, ora il famoso intreccio è utilizzato anche per le donne o in capi informali.

 

E’ infatti lo troviamo spesso con intrecci più grandi, che formano quasi una scacchiera, scegliendo principalmente il contrasto bianco e nero. Quindi se amate questa trama cercate di non esagerare. Infatti è sconsigliato l’utilizzo total look in pied de poule per gli uomini e per chi è un po’ in sovrappeso.

No Comments

Post a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.