Come scegliere il tessuto dell’abito

Come scegliere il tessuto dell’abito

L’abito per l’uomo è certamente il capo di abbigliamento più elegante. Occorre però abbinarlo correttamente all’occasione o all’evento per cui si è chiamati a indossarlo. E questo non è sempre facile da fare. Ecco qualche consiglio su come scegliere il tessuto per l’abito.

 

Sono numerosi gli elementi di un abito a cui dovete prestare attenzione. E mixare tra loro con sapienza: colore, tessuto, linea. In particolare importante è la composizione delle fibre che compongono il tessuto e il peso.

 

Le fibre naturali usate nei tessuti per l’abbigliamento si dividino in due grandi categorie, quelle di origine vegetale e quelle di produzione animale. Le prime comprendono cotone, lino e canapa, le secondo includono lana e seta.

 

Tessuto dell’abito: quale scegliere?

 

La scelta del tessuto dell’abito è un fattore dipendente dal luogo, clima e all’occasione in cui verrà indossato. Per farvi un esempio l’abito di tweed (stoffa di lana cardata, originaria della Scozia, tessuto ruvido a due o più colori) è particolarmente indicato per un appuntamento elegante ad una manifestazione sportiva. Poco indicato invece per un’occasione in città o riunione di lavoro.

 

I tessuti con cui vengono realizzati gli abiti sono chiamati dagli inglesi “drapperia”, ossia tessuti in pura lana o misti con fibre sintetiche o artificiali che, a seconda del tipo di filato utilizzato e della lavorazione, prendono il nome di pettinati, cardati e follati. Tra i tessuti da non perdere la realizzazione di un abito c’è la lana pettinata. Un tessuto elegante che può essere utilizzato tutto l’anno, estate compresa.

 

Per la stagione estiva non sono ci sono i classici lini (assolutamente non foderati), meglio gli irlandesi, più rigidi rispetto ai cugini italiani, che fanno più pieghe. Impossibile prescindere, inoltre, dall’intramontabile gabardine di cotone, magari nei colori tabacco o crema. La lana mohair, invece, fibra più riccia, risulterà più scattante e lucida, quindi più adatta per un uso serale.

 

Se amate vestirvi bene e vi recate in una sartoria fate attenzione: non basta solamente gradire la fantasia o il colore, bisogna toccare il tessuto con mano per capirlo davvero. Le nostre sensazioni tattili ci devono guidare nella scelta del tessuto.

No Comments

Post a Comment