tessuto camicia

Quale tessuto per la camicia ideale

Quando decidete di regalarvi una nuova camicia, la prima domanda da risolvere è quella relativa al tessuto. Sono infatti molte le proposte per realizzare uno dei capi con più fascino: la camicia. I tessuti possono essere Denim, Gabardine, Jersey, Pin Point, Twill e molti altri. In totale sono oltre 20 le diverse opzioni tra cui scegliere.

 

La camicia, seppur non nel senso in cui noi ora la intendiamo, è molto antica. Una veste leggera, di lino o di bisso da portare rigorosamente sotto la tunica, era nota fino dai tempi della tarda romanità e aveva come caratteristica il fatto di essere molto lunga e soprattutto nascosta.

 

La scuola Napoletana è quella tra le più note per le camicie, grazie alla  qualità dei tessuti e la lavorazione. Si differenzia dalle altre per l’elevato numero di cuciture e ricami eseguiti a mano. Altro punto di differenziazione è l’attaccatura delle maniche, per ottenere le caratteristiche pieghe all’altezza della spalla che dona morbidezza ed adattabilità alle diverse forme.

 

 

Vediamo ora nel dettaglio i tessuti più usati:

 

Denim
E’ il tessuto di base degli indumenti in jeans, primo fra tutti il noto blue-jeans. Con questo tessuto vengono realizzati camicie dal tipico colore indaco, dotate da robustezza e da un discreto isolamento termico.

Fil-Fil
E’ un tessuto di cotone o di lino, dall’aspetto poco omogeneo per la presenza nell’ordito di fili di due colori diversi. Ideale nella produzione di camicie sportive e formali.

Gabardine
Resistente ed elegante viene utilizzato per camicie sportive o uniformi.

Giro Inglese o Nido d’Ape
Gli intrecci del tessuto ricordano gli esagoni di un nido d’ape. Il giro inglese viene utilizzato per camicie di cotone o di lino, adatte ai climi caldi.

Jacquard
S distingue dalle altre per i disegni geometrici ottenuti dall’impiego di uno specifico telaio. Cotone o seta sono i due materiali principali di questo tessuto per camicia.

Jersey
Il tipo tessuto è disponibile in cotone, lana o viscosa, che donano grande elasticità.

Madras
Caratterizzato da coloratissime quadrettature decorative, un tempo in nero e rosso e oggi in diverse combinazioni vivaci e sgargianti. La qualità principale è la leggerezza, tessuto ideale per la camicia estiva a manica corta.

Oxford
E’ tra i più noti al mondo, con la sua trama riconoscibile dall’intreccio di fili di spessore diverso, che conferiscono al tessuto il tipico aspetto “a puntini”. Realizzato in puro cotone.

Royal Oxford
Della stessa famiglia dell’Oxford, molto pregiato, con un ordito e una trama di fili più sottili. La morbidezza e effetto seta lo contraddistinguono.

Pin Point
Si differenzia per compattezza e morbidezza, realizzato con fili di spessore diverso, da cui deriva un aspetto quasi granulare.

Pique
Tessuti in cotone che vedono nell’intreccio dell’armatura il loro punto di forza, ha  grandi doti di freschezza e morbidezza. Il colore prevalente è il bianco.

Popeline
Intreccio di fili d’ordito in numero doppio rispetto a quelli di trama, è un tessuto di cotone o lino che si distingue per le sue virtù di robustezza e compattezza.

Raso
Aspetto lucido, un risultato dovuto in gran parte al tipo di finissaggio detto calandratura. Realizzato in cotone o ancora meglio in seta.

Spinato
Tessuto di cotone o lino, ha il tipico aspetto a spina di pesce.

Twill
Fitto susseguirsi di linee diagonali della sua superficie: ogni linea è in rilievo, orientata secondo un angolo di 45°. I tessuti per la camicia sono il cotone, la lana e la seta.

Velluto liscio
Particolare disposizione verticale del fitto pelo, regolata grazie all’operazione di taglio detta “cimatura”.

Voile
Leggero, traspirante e sottile come pochi altri, ideale per i mesi caldi dell’estate. Viene realizzato solo con puro cotone di alta qualità.

Zephir
Tessuto ideale per la camicia estiva, grazie alla sua leggerezza e massima traspirazione.

No Comments

Post a Comment